Visitando Siviglia una tappa fondamentale è senza dubbi il Real Alcazar, oggi patrimonio dell’UNESCO. Un luogo magico, dai sapori orientali, splendido esempio di architettura mudéjar che riesce nelle sue linee e forme restituirci una armoniosa fusione di culture e stili.

Varcando la soglia dell’Alcazar siamo proiettati in un mondo anni luce da quello che ci siamo appena lasciati alle spalle. E’ l’antico passato dei califfi almohadi fuso con forme occidentali.

Particolare architettura mudejar

Tra uno dei più antichi al mondo, l’Alcazar testimonia il passaggio delle diverse culture in questa città. Passeggiare all’interno delle stanze del palazzo o nel patio è come vivere in “le mille e una notte”, un incantato mondo orientale.

Alcazar di Siviglia Patio de las Doncellas

Rimanere affascinati dalle decorazioni delle pareti finemente cesellate, ovunque lo sguardo si volti a guardare, tutto è minuziosamente decorato.

Alcazar di Siviglia particolare dei Donna María de Padilla

Un incredibile gioco di ombre e luci, dai toni caldi e poi freddi all’interno dei bagni, creano un’atmosfera carica di mistero.

Uno sguardo sul passato del Alcazar di Siviglia

Una finestra sul passato è aperta davanti a noi e noi ne possiamo per un attimo respirare il profumo di quel passato.

Alcazar di Siviglia Particolare

Passeggiare nei vari giardini intorno al Alcazar, con a pochi metri la città frenetica che continua a correre eppure noi li ci sentiamo lontano da tutto questo, riprendiamo il contatto con l’essenza semplice della natura e della vita. 

“…antico paese favoloso dei racconti dell’infanzia
in cui la fantasia come un’imperatrice
dorme nella sua foresta tutta piena di mistero…”

(shéhérazade testo adattato di Tristan Klingsor)

 

2 thoughts on “Alcazar di Siviglia”

Ora è il tuo turno. Sono curiosa di sapere cosa ne pensi!