Rotterdam
Rotterdam

Una città dai tanti colori, da quelli vividi della sua architettura futuristica e stravagante ai toni melanconici, pseudo-romantici delle sue strade e del suo antico porto. Rotterdam, dove la gente ha sempre un sorriso per te e ti fa sentire a casa.

La sua storia è raccontata dallo scorrere dei fiumi, una delle più grandi città portuali d’Europa, da sempre viaggia incontrando diverse culture, ciò si rispecchia nella sua popolazione aperta a qualsiasi tipo di cultura-etnica, così in questa città non si ha mai la sensazione di essere “fuori posto”. Rotterdam dà molto sia a chi vive ma anche a chi la vuole solo scoprire per qualche giorno.

Di seguito, sono riportati 10 consigli “must” su cosa vedere assolutamente in un week-end a rotterdam, ma vi assicuro che ci sono ancora altre infinite sorprese. Questa città non finisce mai di stupire.

Informazioni basilari

Per chiedere informazioni su Rotterdam e i vari servizi offerti ai turisti, sono presenti due centri informazioni:

1.Rotterdam Info Coolsingel (VVV), Coolsingel 195-197

2.Rotterdam Info CS (VVV), Stationsplein 20

Il secondo si trova alla Stazione Centrale di Rotterdam, quindi molto comodo per chi raggiunge la città in treno.

Tra i vari servizi disponibili, una guida con il percorso turistico/cicloitinerario alla scoperta dell’architettura (e non solo)! E’ una guida essenziale, ma ben strutturata che è molto utile per chi ha solo un week-end per visitare la città. E poi la Rotterdam Welcome Card (1, 2 o 3 giorni) che da accesso a tutti i mezzi di trasporto pubblici illimitatamente e il 25% di sconto a 50 diverse attrazioni e non solo.

Al centro informazioni, potete chiedere come raggiungere Kinderdijk, il paese dei mulini a vento, dove avere l’esperienza di essere in uno dei quadri di Van Gogh. Principalmente ci sono due opzioni, o via terra (autobus) o via fiume (traghetto). Decisamente molto più affascinante la seconda opzione, si naviga lungo le acque del Nieuwe Maas, regalandovi paesaggi affascinanti. L’unico neo sono gli orari non proprio comodissimi per chi ha poco tempo. Ma di questo ne parlerò più in là, troverete un post dedicato! 

I “Must” da vedere:

1.Rotterdam Centraal Station – ha l’importante ruolo di anello di giunzione e fusione tra i quartieri a nord della città, di stile provinciale e quella sud, il cuore urbano della città. E’ stata progettata per avere due stili diversi in un’unica grande struttura per potersi fondere perfettamente con i due stili della città. Da visitare da nord a sud.

L’interno della stazione è luminoso e regala una sensazione piacevole, grazie alle numerose vetrate sia alle pareti e all’uso del legno.

Centraal Station Rotterdam

2.Markthal Dominee Jan Scharpstraat 298 – non è solo un mercato coperto ma gli architetti sono andati oltre, hanno pensato di aggiungere anche abitazioni. Il Markthal è un luogo dai mille colori e dai mille sapori, un luogo pieno di vita e giovialità, dove assaporare prodotti locali o provenienti da luoghi lontani circondato da giochi di colori.

Interno Markthal Rotterdam

3. Case cubiche (Kijk-Kubus) – Overblaak,3011– altro emblema della città. Fuori da ogni schema, sono case a forma di cubo posizionate in modo da risaltarne l’eccentricità. Niente che dire, l’architetto Piet Blom è riuscito a lasciare stupiti. Da visitare il museo dedicato per poter assaporare, anche solo per un attimo, come sarebbe la vita in una casa totalmente singolare.

Dimenticavo, delle Case Cubiche ne ho parlato in questo articolo.

case cubiche particolare

4. Witte Huis e Oude Haven – Geldersekade 1C – Sedersi ad un tavolino dei locali, bere un caffè, lungo le sponde di Oude Haven, ammirare le tipiche barche lì ormeggiate e ammirare quello che un tempo era il grattacielo più alto d’Europa.

Rotterdam Oude Haven

5. Delfshaven – è un luogo magico, di puro incanto. Camminare qui è come essere in un luogo differente, dopo aver visto la modernità e l’eccentricità della città, immergersi in quello che sembra uno dei soggetti dei quadri olandesi dell’800. 

Oude Haven boat

6. Rotterdam Skyline – Questa città tra passato e modernità, lasciamo le barche simbolo di storia antica, per ritrovarci di fronte alti grattacieli, di acciaio e vetro, dalle forme bizzarre, per enfatizzare come Rotterdam stia progredendo e tentando in ogni modo di emergere.

Rotterdam Skyline

7. Ponte Erasmusbrug – simbolo di Rotterdam, collegamento di Rotterdam. Svetta maestoso e fiero con i suoi cavi in acciaio come il corpo di un cigno.

Hi fellow Flickr friends. As you can see this is the earlier colour version of my previous upload. I’m uncertain as to which is the better one, which to post… So of course all comments are appreciated and I would very much like to hear which one you like best (and perhaps why). Thanks.

8. Ponte De Herf  – ponte antico della città, oggi non più in uso, ma ciò nonostante rimane lo stesso un monumento da vedere, a ricordo della storia di Rotterdam e della sua grandezza portuale.

9. Museo Boijmans Van BeuningenMuseumpark 18 – è uno dei più antichi musei olandesi ed è assolutamente da non perdere. Un viaggio che spazia dall’arte classica a quella moderna, per arrivare all’arte contemporanea e design. 

Veduta Museum Park

10. Het Park – un oasi verde dentro Rotterdam, un paradiso dove poter liberare la mente e rilassarsi dopo tanto girovagare per la città. Anche questo è un luogo che deve essere visitato, anche se c’è moltissimo da vedere e poco tempo per farlo. Ma non andarci è veramente un peccato.

Colori brillanti Het Park

 

3 thoughts on “Consigli per un week-end a Rotterdam”

Ora è il tuo turno. Sono curiosa di sapere cosa ne pensi!