La ragazza con l’orecchino di perla vive a Den Haag

Den Haag o meglio per noi L’Aia, centro politico dell’Olanda, non mi ha mai incuriosita e nemmeno ho mai pensato di inserirlo in un viaggio o per un semplice week-end. Eppure mi trovo qui, a parlare della mia esperienza in questa città.

E allora perché andare a Den Haag? Un po’ di motivi li ho scoperti durante la giornata passata lì, e ho capito che solo vedendola si può iniziare ad apprezzarne la sua essenza, senza le pretese che può avere una città come Amsterdam oppure Rotterdam, di certo visitandola non sono rimasta delusa, al contrario, è riuscita a trasmettermi qualcosa, qualcosa che avevo dimenticato, il gusto di una vita slow, Den Haag è una grande città che non ha dimenticato quali sono le priorità delle persone e della loro vita. 

Den Haag è in una posizione perfetta per chi fa tappa a Rotterdam, in solo 20 minuti di treno si è arrivati e anche da Amsterdam non ci vuole molto di più, circa 50 minuti.

In più aggiungerei che viaggiare con i treni olandesi è un vero piacere sono praticamente l’opposto dei nostri, puliti, tranquilli e soprattutto…stra-puntuali, da lasciarmi ogni volta stupita.

La giornata purtroppo non era delle migliori, pioveva e faceva freddo, cosa che ha influito sulle mie impressioni e stati d’animo.

Considerato il tempo uggioso, per essere gentili, in una sola giornata a disposizione, ho visitato due musei e sono veramente soddisfatta di averlo fatto, nonostante ho sottratto tempo alla scoperta della città.

Due musei veramente meravigliosi, si lo so, al caldo e all’asciutto, le cose cambiano. Sicuramente, tornerei a Den Haag per rivederli e per rivedere il mare del Nord, altra tappa della giornata veramente interessante, ma a quel punto aveva smesso di piovere e il  sole si era fatto coraggio e si era fatto vedere da dietro le nuvole.

Si, decisamente sono meteopatica, dopo diverso tempo passato in Germania ancora non mi sono abituata al clima del nord, ne tanto meno passeggiare sotto la pioggia come se, invece, splendesse il sole, cosa che in Germania e anche in Olanda, sembrerebbe essere normale. Vedi persone camminare tranquillamente, come se niente stesse accadendo, mi verrebbe voglia di fermarli e dire “guardate, se non ve ne siete accorti sta diluviando“, mi immagino il loro sguardo come per dire, si lo sappiamo, ma non possiamo farci nulla e andar via.

Potrebbe essere che nel Nord Europa, il sole è talmente raro da vedere, che la normalità è la pioggia.

Den Haag e la ragazza con l'orecchino di perla - 1

L’aspetto che subito colpisce è vedere costruzioni del XIX secolo attorniati dai grattacieli, dovrei essermi abituata anche a questo, un’altra peculiarità che riscontro spesso sia in Olanda che in Germania, ma sempre è come la prima volta. La storia va avanti, lo so, e così l’evolversi delle città, degli usi e dei costumi. Ma vedere edifici storici, che una volta erano maestosi e che ora sono messi in ombra di nuovi colossi della nostra epoca, mi fa un certo effetto.

Musei da non perdere a Den Haag

Mauritshuis

Dove: Plein 29

Ingresso: 14 €

Orario: 10.00-18.00 dal martedì alla domenica
13.00-18.00 il lunedì

Den Haag - Mauritshuis

Il Mauritshuis è un museo storico, ha aperto le sue porte sono aperte dal 1635 ed è dedicato all’arte del Seicento e Settecento. La collezione del museo comprende circa 800 opere di diversi artisti tra cui le opere dei più importanti pittori olandesi e fiamminghi quali Rubens, Rembrandt, Vermeer e tantissimi altri, l’elenco sarebbe lungo. Per darvi un’idea delle opere che sono presenti, vi riporto le più famose

  • Lezione di Anatomia del Dottor Nicolaes Tulp di Rembrandt
  • Il Cardellino di Fabritius
  • Old Woman and Boy with Candles di Rubens

In cui i grandi pittori, grazie alla maestria nell’uso dei colori sanno ricreare la luce e le ombre nelle loro opere, come se veramente i personaggi e gli oggetti del dipinto fossero illuminati dalla luce di lampade o candele, semplicemente strabiliante.

Den Haag e la ragazza con l'orecchino di perla - opere museo

Ma sicuramente la star tra tutte le opere presenti è “La ragazza con l’orecchino di perla” di Vermeer. E quando l’ho vista ho capito perché, la profondità dello sguardo di questa ragazza è impressionante, ti emoziona. La ricreazione della luce sul volto, che le dà un’aria di innocenza e di purezza, incantano. Si rimane ammaliati da lei e dalla sua anima, e come il pittore Vermeer è riuscito a ricreare tutto ciò.

Ora, ho anche un motivo in più per finire di leggere il libro di Chevalier Tracy “La ragazza dall’orecchino di perla”!

Den Haag - Mauritshuis_la ragazza dall'orecchino di perla

Il dipinto di Vermeer è il principale motivo per cui attira tantissimi visitatori, ma anche le altre opere non sono da meno. Veramente eccezionale.

Escher in het Paleis

Dove: Lange Voorhout 74

Orario:

Ingresso: 9,50 € (adulti)

Qui ho trovato un mondo dedicato all’ingegnoso Escher, incisore e grafico vissuto dal 1898 al 1972. Famoso per ricreare illusioni ottiche, come l’acqua che scorre verso l’alto, le scalinate infinite, i rettili che girano in tondo tra oggetti su una scrivania, uscendo dal foglio di carta sul quale sono disegnati, delle mani che escono da un foglio di carta per disegnare sé stesse. È difficile da immaginare, figuriamoci da disegnare.

Den Haag e la ragazza con l'orecchino di perla - Escher

Un’esposizione spettacolare, anche questa tappa, io la consiglio vivamente.

Cosa visitare a Den Haag

Il centro storico e dello shopping si girano comodamente a piedi, non bisogna preoccuparsi di comprare carnet di biglietti per i mezzi. Gli unici biglietti che ho comprato sono serviti per andare lungo la costa a vedere il Mare del Nord (Scheveningen), che poi ho scoperto essere anche la zona dove ci si ritrova il week-end o la sera.

Camminare per le strade di Den Haag è come percorrere secoli di storia, storia che ha visto questa città, per 400 anni, come la sede del Governo olandese e che dal 1981 è una città regale, della pace e della giustizia.

Binnenhof

Dove: Binnenhof 1, The Hague

Den Haag - Binnenhof 1

Letteralmente vuol dire “corte interna”, è un complesso architettonico che un tempo rappresentava il centro parlamentare olandese, e ancora oggi ha rilevante importanza dal punto di vista politico.

Entrando da Grenadierspoort, porta di ingresso risalente al ‘600, di fianco al museo Mauritshuis, si accede al cortile interno, costellato di antichi edifici monumentali che testimoniano gli otto secoli di governo nei Paesi Bassi e a diversi ampi spazi aperti, tutti aperti al pubblico.

Den Haag - Grenadierspoort

Al centro della piazza si trova una fontana d’oro di stile neo-gotica, molto appariscente, rispetto agli edifici grigi che la circondano. Fiabesco è il castello che si trova di fianco alla Sala dei Cavalieri. Un castello che ti fa pensare a principesse rinchiuse nelle torri, a cavalieri che si riuniscono per discutere sulle strategie di difesa da adottare. Binnenhof vista dalla corte interna è molto suggestiva e non ci si rende conto di quanto è vasta. Cosa che si può fare dall’esterno.

Den Haag - Binnenhof fontana

Una volta terminato il giro, esco fuori e gli giro attorno, la vista da Lange Vijverberg è pazzesca, Binnenhof è enorme.

Chi lo desidera può visitare la Camera dei Rappresentanti, la Sala dei Cavalieri (Ridderzaal) con i suoi numerosi dettagli storici, vedere il trono su cui il re Willem Alexander fece i suoi discorsi.

Den Haag - Binnenhof castello

Le visite guidate sono organizzate da ProDemos, qui maggiori dettagli.

Costo della visita: 8,50 € (durata ca.90 minuti)

Den Haag - Binnenhof 2

Den Haag - Binnenhof tettiMolenstraat e Oude Molstraat: centro storico

Nel centro storico di Den Haag, si cammina in quelle strade fatte di ciottoli, circondate dai caratteristici edifici bassi, con le facciate a mattoncini, con le finestre in legno bianco, alternati a edifici geometricamente perfetti tinteggiati di chiaro. E tutt’intorno negozi alla moda e costosi intervallati da negozietti caratteristici, senza grandi pretese ma che hanno sempre delle vetrine bellissime che espongono oggetti particolarissimi, mi vien voglia di comprarli tutti.

Poi i negozi di arte, di antiquariato e i piccoli locali i tavolini di legno e le sedie colorate appena fuori la porta. Le persone hanno un aspetto sereno, girano con calma lungo le strade non hanno fretta di correre chissà dove, abituata al corri-corri di Roma, che sembrano essere tutti in ritardo. Qui tutto ispira serenità. Dimentico anche del giorno grigio, il sole sembra splendere lo stesso.

Den Haag - negozi inn

Den Haag - negozi pittoreschi

Mi addentro nelle varie strade laterali, mi allontano da quello che è la via dei locali e iniziano le case. Qui non incontro molte persone, ma lo stesso l’ambiente o meglio l’impressione che ho dell’ambiente è di un luogo dove ognuno ha rispetto di ciò che lo circonda e che lo cura come se fosse suo. E’ una sensazione bellissima, ti fa venire voglia di mollare tutto e venire qui. Poco più in là appare alla vista il Palazzo Noordeinde.

Den Haag - Tavolini colorati

Palazzo Noordeinde

Dove: Noordeinde 68, The Hague

Den Haag Palazzo Noordeinde Olanda

Questo è il palazzo “di lavoro” del monarca olandese (re Williem-Alexander), qui si trovano i suoi uffici, nelle eleganti sale del Palazzo Noordeinde, anche chiamato “la vecchia corte”. Il Palazzo è chiuso al pubblico, ma intorno ha un grandissimo giardino, che invece può essere visitato. Bello pensare di passeggiare nel giardino del re, fa un certo effetto.

Zeeheldenkwartier

Subito dopo aver superato il Palazzo Noordeinde si arriva in questo quartiere, Zeeheldenkwartier, ritenuto il quartiere più bello di Den Haag, con le sue abitazioni del XIX secolo. Anche qui tutto è ordinato e preciso come se seguisse uno schema mentale ben organizzato. La sensazione è quella di essere capitata in un quartiere di alta borghesia, in cui ti senti un po’ a disagio, perchè dopo una giornata sotto la pioggia non ti senti presentabile, con i capelli “scompigliati” e i vestiti bagnati. Mi sentivo più a mio agio vicino alle vicine dei negozietti.

Den Haag - Seeheldenkwartier

Den Haag - Q Seeheldenkwartier

Palazzo della pace

Dove: Carnegieplein, 2

Den Haag - Palazzo della Pace Olanda_Lasciando il Palazzo Noordeinde, a 15 minuti a piedi, mi ritrovo davanti al Palazzo della Pace, sede della Corte Internazionale di Giustizia.

Peccato che l’interno si può visitare solo con visita guidata, da prenotare in anticipo.

Però è presente un centro visitatori che può essere visitato dove ti propinano un filmato di 30 minuti ca.

Io l’ho semplicemente visto da fuori e poi ho proseguito…ormai stava per uscire il sole e volevo andare a vedere il Mare del Nord.

Scheveningen

Dove: Gevers Deynootweg

Come arrivare: autobus n. 1

Il percorso di questo autobus ttraversa praticamente tutta la città, si trovano fermate a lato del Binnenhof e antistante il Palazzo della Pace e vicino al Palazzo Noordeinde. Circa 20 minuti di strada. Fermata la 2° su Gevers Deynootweg.

Scesa dall’autobus, mi sembrava di essere arrivata in un paese deserto. Non c’era nessuno, già mi stavo pentendo di essere andata lì. Intorno erano presenti costruzioni che non mi hanno dato l’impressione di essere in una località balneare, forse più l’impressione di essere arrivata in periferia. Avrò sbagliato autobus, non era qui che dovevo scendere?

Den Haag - Scheveningen

Poi, alla fine della stradina che conduce al mare…la sorpresa, un viale lunghissimo e larghissimo si è aperto davanti a me, un’infinità di locali sulla spiaggia, una spiaggia anch’essa larghissima e soprattutto tanta gente.

Ecco, dov’erano finiti tutti. Erano tutti qui!

Peccato per il freddo (anche d’estate), altrimenti qui sono organizzatissimi per la stagione balneare, più delle nostre rinomate spiagge.

Den Haag - Scheveningen mare_

Mi ha stupito vedere i locali sulla spiaggia con i camini accesi e le stufe, ma loro non rinunciano al mare nemmeno d’inverno.

Lo scenario era fantastico. Il mare lì, di fronte, ed io seduta vicino al camino, molto romantico.

Camminando per il lungo mare, si arriva al Molo The Pier, che poi ho scoperto essere un’icona della costa olandese. Sono presenti negozi, ristoranti e attrazioni, quali il Sea Life, un acquario per piccini ma anche per adulti.

Mi stupisce vedere che i negozi, i ristoranti sono tutti aperti e ci sia così tanta gente, in fondo siamo in bassa stagione.

Il molo di Scheveningen si estende a 400 metri verso il mare, ha diverse “isole” ed è stato costruito intorno 1900 come passeggiata in legno sopra il mare. E ‘bruciato nel 1943, ma nel 1961, il Pier è stato ricostruito in cemento e riaperto per rallegrare le giornate delle persone.

Den Haag - The Pier

Den Haag - ma quanto sono alti gli olandesi
Avvicinarsi alle loro bici e prendere coscienza che gli olandesi sono veramente alti e io molto bassa.

Rivivendo i ricordi di quella giornata, scrivendo questo articolo, mi sono resa conto che Den Haag, nonostante la pioggia e il freddo (anche se primavera) è una città che mi è piaciuta. Dai toni pacati e discreti, non eccessiva nei suoi modi, ma di sicuro non lascia indifferenti. Non ha le pretese di una grande metropoli pur essendo una delle più grandi città dell’Olanda, qui tutto scorre tranquillamente, non c’è fretta, non c’è stress, ogni cosa con il suo ritmo, ma soprattutto ha un profondo senso di rispetto verso gli altri. Non ha perso il profondo senso del vivere. Abituati a dover correre, per prendere un autobus, per andare al lavoro, per ritornare a casa, e soprattutto pensare a noi stessi, ci lasciamo sfuggire il piacere di respirare e guardarci dentro e attorno a noi. Loro non lo hanno dimenticato e di ciò ne fanno uno stile di vita.

Informazioni utili

This is The Hague (centro informazioni turistiche)

Dove: Spui 68

Come arrivare: dalla spiazzale degli autobus, guardando la stazione centrale davanti a voi, andata a sinistra, sempre dritto. Ad un certo punto vi ritrovete un complesso di edifici bianchi (centro commerciale), lì si trova l’ufficio informazioni turistiche.

City Pass

Per chi vuole rimanere più giorni a L’Aia, può scegliere di acquistare il “Pass L’Aia – Delft”

Valido per visitare L’Aia e Delft (10 minuti di treno da L’Aia)

Costo: 45 €

Vantaggi: sono 4 biglietti che possono essere usati per entrare in 4 musei a scelta, oppure usare uno dei 4 biglietti per usare i mezzi pubblici.

Fino a 50% di sconto e offerte speciali a musei, attrazioni, ristoranti e negozi
Una guida gratuita con consigli utili su musei, attrazioni, ristoranti e negozi a L’Aia e Delft

Fate attenzione, i pass si dividono in Gold e Silver, a seconda della scelta avete diritto ad entrare gratis in una certa categoria di musei.

Sea Life

Ingresso adulti: 14,75 €

ingresso bambini: 10,75 €

Orario: tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00 e fino alle 20.00 in alta stagione

Mappa dell’itinerario

Den Haag - Tappe dell'itinerario
Den Haag – Tappe dell’itinerario

One thought on “Den Haag e la ragazza con l’orecchino di perla”

Ora è il tuo turno. Sono curiosa di sapere cosa ne pensi!