Pianificazione del viaggio in Malesia. L’esplosione di questa notizia all’ultimo momento, dopo alcuni pensieri non seri su Next Stop Malesia, ora tutto si sta realizzando.

Quello che era solo un pensiero iniziale, si è trasformato in desiderio, il desiderio in pallino fisso, il pallino fisso in ossessione, l’ossessione di andare in Malesia. E alla fine la decisione di partire, ma l’unico momento in cui lo posso fare è, ORA!

MALESIA - pianificazione del viaggio Perankan
Fonte: http://www.malaysia.travel/

Perché proprio la Malesia? Malesia, perché in un solo Paese si ha la possibilità di vedere unite, in una stessa terra diverse culture, popoli e religioni. In questo Paese sono presenti e si sono fusi tra loro, pur mantenendo identità, i costumi e abitudini, malaisiani, indiani, cinesi e molte altre etnie e tribù, in modo vivace e animato, riuscendo a convivere tutti in pace ed armonia.

Malesia - pianficazione del viaggio kek_lok_si
Fonte: http://www.malaysia.travel/

Ho detto che ognuna ha mantenuto le proprie tradizioni? Bene, allora immaginate quante festività vengono celebrate in questo Paese per non parlare della gastronomia, in un solo viaggio si possono assaggiare i sapori di moltissimi altri luoghi.

Senza tralasciare e non meno importante che questa è una terra rigogliosa di vegetazione, dalle foreste e jungle equatoriali, alle paludi e le mangrovie e infine le splendide spiagge e isole per amanti di immersioni, ma anche di snorkeling o semplice relax. E’ un Paese che ispira allegria per la sua giovialità e per i suoi colori, perché non desiderare di andare a visitarlo.

Malesia - pianificazione del viaggio parco marino
Fonte: http://www.malaysia.travel/

Dove ero rimasta, ah, alla decisione, quindi ora inizia la programmazione e pianificazione del viaggio.

FASE 1 – Trovare un volo che si possa definire Low-Cost ma non troppo

Sempre (o quasi) mi affido per la decisione finale a SkyScanner, anche se prima lo confronto con altre offerte presenti sugli altri siti, anche se alla fine ritorno all’idea iniziale di affidarmi a lui.

Una parentesi, ti è mai capitato di iniziare una ricerca, trovi un prezzo che ti soddisfa e se non lo prenoti subito, dopo un po’ aumenta di prezzo?

A me è capitato spesso, ed ho come la sensazione di essere osservata da qualcuno, inizio la ricerca e mi fa “beccata!”.

Ultimamente adotto un piccolo trucco, da usare prima di iniziare la ricerca dei voli, ma questo può essere applicato anche ad alberghi, per primo aprire una pagina in incognito (Ctrl+Maiusc+N), e solo successivamente iniziare la ricerca, in modo tale da non lasciare traccia delle ricerche.

Sono riuscita a trovare un volo che faceva al caso mio (460 euro a/r) e aggiungerei che mi è andata stra-bene, un prezzo contenuto con un piccolo compromesso, iniziare la traversata verso la Malesia, partendo da Madrid, per me che avevo come aeroporto più vicino, Valencia. Già partendo da Roma la possibilità di trovare voli aumenta considerevolmente.

Fate attenzione che a partire dalla metà dell’ultima settimana di aprile, i prezzi aumentano vertiginosamente. E diventa anche difficile trovare voli che partono da aeroporti vicino a dove ci troviamo. In genere non sono voli diretti e i grandi scali sono principalmente Roma, Madrid e Amsterdam, almeno quelli che ho trovato io finora.

Ho rivisto, oggi, i prezzi dei voli e sono già triplicati, come anche sono aumentate le ore di volo.

FASE 2 – Gli itinerari

La Malesia ha diversi Stati e la maggior parte è ricchissima di luoghi e attrazioni da visitare, però bisogna fare una scelta, non si può visitare tutto se si hanno solo 14 giorni a disposizione. Per come sono fatta io, mi ci vorrebbe almeno un mese per fare un tour come si deve, però entrano in gioco il fattore budget e soprattutto tempo a disposizione da poter dedicare ad un viaggio. 14 giorni mi sembra un buon compromesso per un primo viaggio in Malesia.

Il mio programma di viaggio prevede di visitare 3 stati + 1 a cui aggiungere 3 voli interni per raggiungere i vari Stati, in questo caso è la scelta più veloce per spostarsi da un’isola all’altra e ottimizzando costi e tempi.

I voli interni non sono molto costosi e la maggior parte, se si organizzano bene le tappe, sono voli diretti, quindi in un’ora, massimo due, si arriva. Inoltre, sono presenti in tutto l’arco della giornata, in modo da non dover sacrificare troppo la nostra tabella di marcia. Per esempio, un volo l’ho pagato 25 euro (compreso di bagaglio da stiva). Quando si prenota i voli interni, è bene verificare se è incluso il bagaglio da stiva, perchè in genere prevedono solo il bagaglio a mano. Con il bagaglio da stiva e la scelta del posto a sedere (obbligatorio) sono previsti extra-costi. Io, ho ovviato all’inconveniente di pagare obbligatoriamente il posto a sedere, prenotando con agenzie di viaggio on line, facendo attenzione che prevedessero l’aggiunta dell’extrabagaglio, piuttosto che direttamente con le compagnie aeree. Questo per evitare di arrivare in aeroporto e perdere tempo a pagare girando di qua e di la.

Ho visto che con Expedia, c’è la nota che dice che non è previsto il bagaglio da stiva nel prezzo, ti dice il prezzo, ma non ti permette di inserirlo, per questa volta mi sono trovata meglio utilizzando Opodo, anche se in genere ha prezzi un pelino più elevati. Non in questo caso.

Fonti di informazioni per pianificare il viaggio, in primis, il sito del turismo malesiano (http://www.malaysia.travel/) che è fatto veramente bene e dettagliato, dando tutta una serie di informazioni utili per agevolare la realizzazione del tour del luogo. Io, però, che sono pignola, ho cercato anche altre fonti, tra cui l’acquisto della guida di Lonely Planet, non solo per avere altre voci a giudizio, ma anche per capire se c’era qualcos’altro da poter aggiungere agli itinerari.

Sono arrivata alla fine che ho dovuto fare un po’ di cambi e tagli al programma iniziale e ad oggi, è arrivato alla revisione 5 più un tavolo pieno di fogli scarabocchiati. Ma alla fine della due giorni no-stop, sono riuscita a stampare il mio itinerario, quasi definitivo. Sempre, comunque, pronto a variazioni, anche perchè mi aspettano 20 ore di volo e quindi avrò tempo per ulteriori modifiche.

FASE 3 – Gli alloggi

Con mia sorpresa, per gli alloggi non ci sono grandissimi problemi. La Malesia è pienissima di hotel, ostelli, residence, resort e molto altro, che può accontentare qualsiasi tipo di budget.

Per la pianificazione del viaggio, ho considerato i prezzi e paragonandoli a quelli che avrei trovato in giro per l’Europa, mi sono concessa Hotel da 4 stelle in sù, pagando sempre meno di 100 euro a notte (2 persone) per camere delux o suite, quasi tutti gli alberghi hanno piscina, palestra, SPA e vista mare. Anche se pensandoci, che me ne faccio di tutti questi “optional” se in albergo non ci sarò praticamente mai? Ma chi ha un budget più ridotto, nessun problema, ci sono molti ostelli (5-10 euro/giorno) e gli alberghi dalle tre stelle in giù sono abbordabilissimi.

FASE 4 – La preparazione al viaggio

Da ricordarsi nella pianificazione del viaggio, gli indispensabili da mettere in valigia assolutamente, oltre a quanto necessario per il mare e girare per la città:

  • crema solare
  • repellente per insetti
  • fermenti lattici (devo preparare il pancino al cambio di clima e di alimentazione)
  • maglioni e impermeabile (come vai all’equatore e porti i maglioni? Si perchè se si vuole fare trekking in quota…lì fa freddo)
  • scarpe stra-comode per il giorno
  • integratori di sali minerali
  • cappello o berretto

Per quanto riguarda invece la documentazione, per chi va in Malesia per turismo e si trattiene meno di 90 giorni, non è necessario il visto, si può entrare tranquillamente con il semplice passaporto, purchè abbia una validità di almeno 6 mesi al momento dell’uscita dal Paese ed è meglio essere muniti già del biglietto di ritorno al momento dell’entrata.

FASE 5 – Il Viaggio

Questo punto ve lo racconterò al mio ritorno e buon viaggio a tutti!

Tutte le immagioni presenti nel post sono del sito del turismo malesiano (Fonte: http://www.malaysia.travel/).

5 thoughts on “Malesia, la pianificazione del viaggio”

  1. Ottimi consigli, grazie 🙂
    è un tappa nella mia top10 dei viaggi da fare nei prossimi anni.
    Leggerò avidamente i tuoi articoli al ritorno del viaggio.
    Buon fine settimana

    1. Grazie!!! Manca poco alla partenza, valigia pronta. Macchine fotografiche anche! Inizierò il giro nella parte meno turistica del Paese, in cui tutto sembrerebbe grigio, perché un luogo va visto nei suoi aspetti, felici e meno felici. Un bacio. Melina

Ora è il tuo turno. Sono curiosa di sapere cosa ne pensi!