Nel mio primo viaggio nella Germania meridionale, nella città di Freiburg, ho scoperto la bellezza della Foresta Nera, immensi boschi, prati verdi, villaggi con le case dai tetti spioventi e travature in legno.

La Foresta Nera è un luogo magico che consiglio a tutti di visitare. E’ un luogo dove ritrovare equilibrio e serenità.

Adoro questa zona della Germania, ha la capacità di attrarmi e tenermi legata a lei, a tal punto che sono tornata una seconda volta, per rivedere sia i luoghi già visitati sia per scoprirne di nuovi.

E anche ora, che sono tornata a casa, non smetto di desiderare di ritornare a visitarla una terza volta.

I suoi paesaggi sono indimenticabili e le sue città delle perle di bellezza, ma quello che più di tutto mi ha segnato è lo spirito e l’ospitalità di questa regione che hanno la capacità di farti sentire a casa.

La Foresta Nera è diversa da quello che avevo della Germania nella mia testa, un paese frddo e grigio, in cui girare per strade enormi e anonime.

Qui è esattamente l’opposto.

E’ un volto della Germania molto colorato e vivace, qui le strade risplendono e senti quando cammina la gioia della città e delle persone che la vivono.

Foresta Nera - Gengebach dettaglio 2
Gengenbach
Foresta Nera - Gengebach finestra 9
Gengenbach
Freiburg - little smile - Foresta Nera
Freiburg

Allontanandomi dalle città o dai villaggi e tuffarmi del verde delle foreste, percorrendo i sentieri ho ritrovato me stessa.

Il silenzio intorno a me, mi ha permesso di ascoltarmi dentro, ma in armonia e in equilibrio, come se la foresta, con i suoi verdi alberi e la luce che filtrava attraverso le alte chiome emanassero un’energia positiva.

Passo dopo passo, lungo gli stretti sentieri, tutte le inquietudini e la pesantezza accumulata si erano dissolti, spariti. E alla fine della giornata, ero una nuova me.

Freiburg - schlossberg
Trekking nella Foresta Nera

La Foresta Nera è la più grande regione turistica della Germania con i cuoi circa 6000 km² di foreste offre la possibilità di unire alle visite alle città e ai villaggi, sentieri naturalistici dove fare trekking. 

Non delude nemmeno gli amanti della neve, d’inverno il verde delle montagne è ricoperto dal bianco della neve e inizia la stagione sciistica.

Inoltre, nella Foresta Nera sono presenti le cascate più alte di tutto il Paese.

La Foresta Nera si estende nella zona sud-ovest della Germania, nello stato di Baden-Wüttemberg, includendo alcune grandi città quali: Karlsruhe, Baden-Baden, Friburgo in Brisgovia.

Curiosità e tradizioni

– Il nome gli fu dato dai romani “Silva Nigra” per l’impenetrabilità delle foreste che ricoprono le sue montagne.

Foresta Nera Tour - Bollenhut
Bollenhut

– Vi capiterà di vedere, anche solo nei negozi di souvenir, i cappelli con delle palle (Bollen) rosse, chiamati Bollenhut. Sono i cappelli tradizionali della città di Gutach, Kirnbach e Reichenbach (Foresta Nera Centrale) indossati dalle donne nubili. E’ come uno status symbol. Mentre le donne sposate hanno lo stesso cappello ma di color nero.

Altro cappello caratteristico è lo Schäppel, un cappello adornato di perle di vetro colorato, indassato in occasione di feste.

– Fattorie dal tetto spiovente ricoperte di paglia (50 cm spessore), una soluzione “ingegnieristica” per proteggere la casa dal vento, pioggia e neve, oltre a servire da isolante termico. Si possono vedere oggi nel museo all’aperto di Gutach (Vogtsbauer).

Foresta Nera Tour - Fattorie tetto in paglia
Museo Vogtsbauernhof – Antica fattoria

Ma cosa vedere e dove andare?

In questa mini-guida vi mostrerò alcune delle tappe essenziali che potrete inserire nel vostro “Foresta Nera Tour“.

Foresta Nera - Copertina

Le città, i villaggi, i siti naturalistici e culturali che si possono visitare sono veramente tanti e difficilmente si avrà tempo per vederli tutti, per questo tra la vasta scelta ho selezionato alcune tappe must da inserire nel viaggio.

Città e villaggi da visitare

Baden-Baden

Si trova nella parte nord della Foresta Nera. E’ una città molto rinomata e di lusso. Molto note sono le terme Friedrichsbad che insieme al Casinò l’hanno resa “capitale estiva d’Europa”.

Ho molti ricordi piacevoli in questa tranquilla ed elegante città, di cui ho molto apprezzato soprattutto la sua architettura.

Cosa fare a Baden-Baden

Visitare il Casinò – per vivere un’esperienza all’insegna del lusso.

Vedere le eleganti case di fine secolo XIX

Passeggiare lungo le rive del fiume Oos

Vedere le rovine dei Bagni Romani (Romerplatz)

Vedere l’Altes Schloss (vecchio castello)

Passare una giornata all’insegna del relax alle terme Friedrichsbad

Vedere il teatro in stile neobarocco di fine ‘800

Dove mangiare e dormire

Nel mio week-end a Baden-Baden, ho soggiornato e anche mangiato al Restaurant Löwenbräu Baden-Baden, nel cuore della città. Il personale del ristorante, molto cordiale, indossa i vestiti tradizionali della regione. La cucina è veramente degna di nota e naturalmente tradizionale. Le stanze dell’albergo sono molto spaziose e confortevoli.

Informazioni utili

La città può essere visitata anche in giornata, compreso di relax alle terme.

I prezzi di ingresso alle terme di Baden-Baden, sono tra le più costose di questa regione, a denotare il turismo di lusso presente. All’incirca 25 €/3 ore.

Per altre informazioni potete visitare il sito a questo link.

Freiburg im Brisgovia

Freiburg, diversamente da Baden-Baden, è una città viva e completa, che deve essere assolutamente inserita tra le tappe del tour.

Si trova a sud della Foresta Nera, a pochi chilometri di distanza dalla Francia e dalla Svizzera che hanno influito sulla sua architettura e anche gastronomia.

La città di Freiburg è adatta a tutti i tipi di viaggiatori, dai solitari alle famiglie.

Freiburg - cattedrale
Cattedrale di Freiburg

Freiburg vanta un meraviglioso centro storico di cui rimarrete affascinati, tanto da non voler più andare via, come è capitato a me, qui la mia esperienza.

Per tutte le informazioni → Cosa vedere a Freiburg per scoprire la sua bellezza

Per visitare la città vi consiglio di pianificare almeno 2-3 giorni.

Gengenbach

Un piccolo villaggio nel centro della Foresta Nera di circa 11000 abitanti. Entrare nelle mura medievali della città si è catapultati in una favola fatta di graziose case dalle travature in legno tenute in ottime condizioni e splendidamente decorate. Oltre ad avere una antica storia da mostrarvi, volete sapere di più su Gengenbach?

Trovate la mia esperienza e informazioni su Gengenbach in questo articolo.

Foresta Nera - Gengenbach casa
Gengenbach
Foresta Nera - Gengenbach fontana 5
Gengenbach

Breisach

La città confina con la Francia da cui è separata dal fiume Reno e si trova nella zona sud della Foresta Nera a circa 30 minuti da Freiburg.

Sono stata a Breisach due volte, carino passeggiare per le strade del centro alla scoperta di qualche chicca, ma niente di entusiasmante.

Ciò che attrae di più è la vista sul fiume Reno, la possibilità di percorrerlo e il tour sull’antico treno.

Cosa fare a Breisach

Un giro sull’antico treno “Rebenbummler” – da Breisach fino a Riegel-Malterdingen, i temi del viaggio variano a seconda della stagione, quindi potreste assaggiare birre artigianali durante Oktoberfest Express, o i vini della regione durante il Wine Festival Express o ritrovarvi tra gli asparagi durante l’asparago Express.

Visitare il centro storico della città e la sua cattedrale

Un giro in battello lungo il Reno

Foresta Nera - Breisach Cattedrale
Breisach – Cattedrale
Foresta Nera - Breisach
Breisach – Radbrunnenturm

Breisach dista pochi chilometri dall’Alsazia e da alcuni villaggi poetici.

Molto interessanti da visitare sono  questi villaggi → Riquewihr e Ribeauvillé

Siti e percorsi naturalistici

Triberg

A Triberg sono presenti le cascate più alte della Germania – 163 metri.

Affascinanti da vedere sia in estate che in inverno, quando la foresta è ricoperta da un soffice manto bianco.

Man mano che ci si avvicina alle cascate il silenzio della foresta è sostituito dal fragore delle acque che precipitano.

La visita alle cascate di Triberg può essere unita alla visita di Schonach, la città degli orologi a cucù.

Foresta Nera Tour - Triberg
Cascate di Triberg

Lago Titisee

Il lago Titisee, nel sud della Foresta Nera, con i suoi 2 km di lunghezza è il lago più grande della Foresta Nera. E’ un lago di origine glaciale a più di 800 m di altitudine.

Il lago è meta ambita dai tedeschi e non solo, sia durante la stagione estiva che quella invernale, quando il lago si trasforma in una bellissima pista di pattinaggio sul ghiaccio.

Foresta Nera Tour - Lago Titisee2
Lago Titisee

Non molto distante dal Titisee, c’è un altro lago, meno turistico, il lago Schluchsee.

Foresta Nera - Lago Schluchsee
Lago Schluchsee

Feldberg

Il Feldberg con i suoi 1494 m è la montagna più alta della Foresta Nera. E’ una meta sia per gli amanti del trekking sia per quelli dello sci.

Per il trekking, sono presenti alcuni sentieri, tra cui quello circolare con partenza dalla Haus der Natur per salire passando per il monumento a Bismarck, la torre Feldberg per raggiungere il picco della montagna Feldberg, per poi ridiscendere e passare per il Feldsee. Il percorso totale è di circa 12 km – 4 ore di camminata.

Si può raggiungere il punto di partenza, oltre che con l’auto (B31 direzione Titisee-Neustadt), anche con i mezzi pubblici (bus 7300 da Titisee scendendo al Feldberger Hof). Le informazioni sui percorsi trekking della Foresta Nera potete visitare il sito web Hochschwarzwald.

Siti di interesse culturale

Schonach

Come detto precedentemente, la città di Schonach è famosa per gli orologi a cucù. Qui sono presenti diverse fabbriche dove vengono prodotti.

Da visitare i negozietti con i mostra dei bellissimi orologi, tutti finemente intarsiati e decorati. Se poi avete spazio in valigia, tornare a casa con uno di essi.

Non dimenticatevi di andare a vedere la casa orologio a cucù più grande del mondo del maestro Josef Dold.

Foresta Nera Tour - Orologio a coucou
Casa Orologio a cucù

Gutach

Vicino alla cittadina di Gutach, culla dei cappelli Bollen, si trova un meraviglioso museo all’aperto il Vogtsbauernhof, per rivivere la vita contadina della Foresta Nera del passato. Sono presenti 6 antiche fattorie, egregiamente tenute e arredate.

Ottima la visita guidata in inglese che si tiene ogni giorno alle 13.00, preziosa se si vuole comprendere a fondo, sia l’architettura delle fattorie, la distribuzione degli spazi e soprattutto i ruoli delle persone che vivevano un tempo qui.

Da qualche anno, il museo all’aperto è raggiungibile direttamente in treno, per tutte le informazioni su orari potete vederle sul sito italiano di DB-Bahn. La stazione da inserire nella ricerca è: Vogtsbauernhof, Gutach (Schwarzwaldbahn).

Foresta Nera - Vogtsb
Vogtsbauernhof

Hexenlochmühle

Hexenlochmühle letteralmente vuol dire “mulino del buco delle streghe”. Rappresenta l’unico mulino in legno a due ruote della Foresta Nera, mosse dalle acque del fiume Heubach.

Il mulino ormai è in disuso ed è diventato un’attrazione per i turisti.

Il mulino è situato nella zona sud-est della Foresta Nera, a 50 minuti da Friburgo o da Gutach.

Donaueschingen

Da questa città nasce il fiume Danubio, principale attrazione della città stessa.

In realtà, quello che si può vedere è una fontana circolare dove iniziano a scorrere le acque del Danubio.

Non aspettatevi di ritrovarsi davanti ad un paesaggio mozzafiato. L’emozione è quella di essere davanti alla culla del Danubio…con un po’ di immaginazione.

Ma questa città non è solo questo. Qui, è presente la residenza Fürstenberg, un castello convertito in una residenza della Belle Epoque.

Da non dimenticare

Terme

La Foresta Nera si trova nella regione di Baden – Wüttemberg. Bad, in tedesco, significa appunto “bagni”. Questa è la regione delle acque termali e naturalmente delle terme.

Ho, già, nominato quelle di Baden-Baden, terme per eccellenza, ma la regione ne è ricca, quelle che ho provato e di cui sono rimasta pienamente soddisfatta sono:

Cassiopeia Therme (Ernst-Eisenlohr-Straße 1, Badenweiler). Si paga un giornaliero e si può rimanere tutto il tempo che si vuole. Si può accedere semplicemente alle piscine termali o anche fare un percorso a scelta tra bagni turchi e saune. Il tutto ad un prezzo molto ragionevole.

Keidel Mineral-Thermalbad (An den Heilquellen 4, Freiburg). Queste terme alle porte di Freiburg, sono eccezionali. Oltre alle piscine termali, sono presenti numerose saune a diverse temperature. Anche qui, si paga l’ingresso e si può stare tutto il tempo che si vuole. Prezzo per ingresso alle piscine termali + saune circa 20 euro.

In entrambe, sono presenti armadietti, bagni e docce. Però, da portarsi gli asciugamani da casa/hotel.

Importante, ricordatevi che in sauna e nel bagno turco si entra nudi. Vi portate solo l’asciugamano.

Europa Park

A Rust, a 30 minuti da Freiburg, si trova, Europa Park, un grande parco divertimento, con tantissime attrazioni e le immancabili montagne russe da brivido. C’è n’è per tutti i gusti. Adrenalina garantita.

L’ingresso costa circa 45 euro al giorno, sconto per chi compra il biglietto per due giorni. Mi sono chiesta perché tornare anche un secondo giorno. Provare per credere.

Consiglio di andare d’estate (mese di Agosto), quando il parco chiude più tardi (21.30) per poter sfruttare al massimo tutti i giochi.

Foresta Nera - Europa Park

Informazioni utili

Mappa “Foresta Nera Tour” con le tappe principali da inserire.

17 thoughts on “Tour nella Foresta Nera, cosa vedere”

  1. Che sogno tutto quel verde!
    Ma è l’impressione mia o hai cambiato il logo? Se si è molto bello, mi piace! Se invece è sempre quello vado a scontare 10 minuti di vergogna per la figuraccia 😛

    1. Daniela,
      ti perdono…basta che ti ricordi che io avrò diritto ad una camerata tutta per me “camerata royale-suite” con bagno privato!!!!!
      In realtà quello che ho cambiato la settimana scorsa è il tema…ora avendo meno colori…forse si vede meglio il logo

      1. Occaspita ho appena controllato ed è un problema mio, di browser del mio vecchio smartphone. Pensa che la testata con il logo nemmeno la visualizzava!! Ecco perchè ci ho fatto caso adesso (che sto al pc)
        Anche il mio blog lo vedo diversamente rispetto al pc 🙁 Urge assolutamente smartphone nuovo!
        Tranquilla, sei assegnata alla camerata-royale suite! 😀
        Buon viaggio e buone vacanze!

        1. Purtroppo devo dirti che non è il tuo smartphone ☹️ purtroppo per noi! Il tema da desktop a mobile e anche a tablet, cambia, come anche cambiano il menu e altre cose….tu pensi di averlo creato in un modo il blog e poi scopri che il 99% dei lettori è da mobile e vedono una cosa che a te non piace e che non vorresti. Se trovi una soluzione per far apparire il blog uguale su qualsiasi dispositivo fammelo sapere!
          Tu hai in programma altre vacanze per questa estate dopo Malta?

          1. Noooo cosa mi hai detto… 🙁 Il mio cello è davvero vecchio, credevo che fosse quello il motivo!
            Per me questa estate purtroppo taaanta “sana” vita domestica hahaah!
            Diciamo che ho il Cilento o la Costiera Amalfitana a quattro passi e mi consolo così, anche se non ne ho tanta voglia. In questi periodi sono inavvicinabili (come folla e come prezzi).
            In compenso avrò tempo per smanettare su questa bella notizia che mi hai dato 😀 se scopro qualcosa ti faccio sapere, anche se temo si debba mettere mano su html, fogli di stile ecc. Se il mio blog nei prossimi giorni scompare è perchè ho fatto “il guaio” hhhahah!
            Ciao!

          2. Si, andare in quei paradisi che hai vicino casa in questo periodo è da suicidio!
            Beh potresti approfittare a fine settembre…quando ritornerà un po’ di pace!
            Io farò 5 giorni a Mallorca, che praticamente in linea d’aria è di fronte casa!!!! Poi con molta probabilità sparirò io per alcuni mesi….me ne vado al grande nord – Norvegia (ma non per visitarla).
            PS prima di modificare qualsiasi cosa HTML fai un copia incolla dell’originale su un word o note o quello che vuoi…così in caso di casini e non ti ricordi in quale riga l’hai fatto, puoi sempre ritornare indietro!!!!

  2. Che bei posti! La Germania non mi attira molto come paese, eppure con questo articolo mi hai colpita. Quella fattoria e la casa con l’orologio a cucù sono meravigliose *_*

    1. Ciao Eliana,
      mi fa piacere che la Germania, ti abbia incuriosito un po’.
      Nemmeno io, anni fa, avrei mai pensato che la Germania mi potesse piacere…e alla fine me ne sono innamorata!
      Un abbraccio,
      Melina

  3. Ho scoperto la Germania grazie ai suoi bellissimi mercatini natalizi e ho trovato un paese splendido ed interessante, oltre a cordialità e gentilezza. La parte della Foresta nera sembra davvero molto bella! Da mettere in lista!

    Fabio

    1. Ciao Fabio,
      un giro nella Foresta Nera, te lo raccomando vivamente!!! Puoi unirlo con un giro lungo la strada romantica oppure con una visita in Alsazia!
      Ti assicuro che se ti sono piaciuti i mercatini natalizi, anche la Foresta Nera non ti deluderà!
      un saluto,
      Melina

  4. Io adoro gli orologi a cucù: è una vita che voglio comprarmene uno di quelli belli, ma costano un po’ troppo per le mie tasche! Potrei però andare a vedere la casa-cucù più grande del mondo 🙂
    Ho sentito la parola “Norvegia”: sai già dove in particolare?

    1. Ciao Silvia.
      Si, quando ho visto i cucù artigianali i prezzi erano piuttosto alti.
      Per quanto riguarda la Norvegia, non ho idea della destinazione, ma in genere sono destinazioni sperdute… purtroppo
      Un saluto e grazie per essere passata a trovarmi

  5. Ciao Melina, piacere di conoscerti! Ho letto Foresta Nera e bum, sono stata catapultata al giro che io, mio marito e mio figlio abbiamo fatto l’estate scorsa in macchina. Io ho adorato Friburgo, il lago di Titisee e le rovine della chiesa abbandonata a Oppenau. Che viaggio bellissimo! Grazie per avermi riportata lì Ciao!

    1. Ciao Alessia,
      piacere tutto mio!
      Mi fa piacere leggere che sono riuscita a farti ricordare i momenti passati nella Foresta Nera e che tu ne abbia un ricordo bellissimo!
      Ti auguro un’estate straordinaria.
      Un abbraccio,
      Melina

  6. E’ da quando sono piccola che sogno di fare un bel giro on the road nella zona della foresta nera..e magari d’estate, o in tarda primavera quando sbocciano i fiori e il caldo inizia a farsi sentire!!!
    Splendido articolo, ci ha fatto sognare! <3

    1. Ciao Lucrezia,
      se riuscite muoversi in auto nella foresta nera è il massimo, anche se moltissimi luoghi sono raggiungibili con il treno (valida alternativa).
      Certamente il periodo migliore è la tarda primavera o l’estate, in modo da evitare (se si è fortunati) le piogge!!!!
      Grazie per le belle parole,
      un bacio,
      Melina

Ora è il tuo turno. Sono curiosa di sapere cosa ne pensi!