La prossima meta è decisa: Norvegia, arrivo! Ora inizia la ricerca delle informazioni su questa straordinaria meta.

In questo post ciò che è necessario sapere per poter organizzare un viaggio senza spiacevoli sorprese…lasciando posto solo a quelle piacevoli.

organizzare-un-viaggio-in-norvegia

Ma prima di partire per nuove destinazioni è bello anche conoscere un po’ di più delle terre, della cultura e delle usanze del luogo.

Entrare un po’ nel modo di vedere e vivere il proprio Paese aiuta a non sentirsi troppo “turisti”, ma sentirsi parte del tutto. Questo è il libro che ho scelto per conoscere un po’ più da vicino la Norvegia…prima di viverla in prima persona.

Lettura da unire, naturalmente, ad una guida viaggi…la mia preferita e completa è quella di Lonely Planet.

Perché scegliere un viaggio in Norvegia?

Prima di conoscere la Norvegia, non avrei saputo dire perché andare proprio fin lassù, dove il clima può essere ostile.

Ma dopo aver passato due mesi in questa terra, mi domando perché non ci sono andata prima.

La Norvegia è un’esplosione di straordinari colori, profumi e paesaggi mai uguali tra di loro, dove il clima ostile e freddo è compensato dal calore del popolo che lo vive.

Mai in altri luoghi ho potuto ammirare luci, riflessi e colori così intensi.

Mai in altri luoghi ho trovato paesaggi tanto affascinanti.

Mai in altri luoghi ho guardato e riguardato lo stesso paesaggio così tante volte e scoprirlo ogni volta diverso.

Semplicemente è un luogo magico che merita di essere assolutamente di essere visitato almeno 4 volte nella vita.

Perché 4 volte? Per poterlo visitare in ogni stagione dell’anno. Perché ogni stagione riserve delle incantevoli sorprese.

Ancora non vi ho convinto? e volete un assaggio della magia che mi ha stregato? Trovate i miei pensieri sulla Norvegia in questo articolo.

Ora, senza dilungarmi in altre chiacchiere, passo ai consigli e informazioni che potranno tornarvi utili.

Come raggiungere la Norvegia

In Norvegia sono presenti circa 50 aeroporti che permettono di collegare l’intero territorio norvegese, sia con voli interni (domestici) che voli internazionali.

Gli aeroporti sono presenti nelle principali città del Paese consentendo di raggiungere le varie aree della Norvegia.

Purtroppo non tutte le destinazioni sono raggiungibili con voli diretti dall’Italia.

I principali aeroporti internazionali norvegesi sono quelli di Oslo, Bergen, Stavanger, Tromsø, Trondheim, Ålesund, Haugesund e Sandefjord.

Il migliore collegamento diretto e a basso prezzo è verso Oslo con voli diretti da Roma, Milano e Venezia.

La Norvegia è raggiungibile con voli low-cost diretti, gestiti da Vueling, Iberia, Ryanair e Norwegian che permettono di arrivare in poco più di 3 ore ad Oslo.

I voli Vueling collegano Roma – Oslo.

La compagnia aerea Norwegian collega Roma, Milano e Venezia principalmente con Oslo.

Sono presenti altri collegamenti da Roma Fiumicino (anche se più costosi e con scali) verso Ålesund, Alta, Bergen (diretto), Bardufoss, Bodø, Harstad / Narvik, Haugesund, Kristiansand, Molde, Stavanger, Tromsø, Trondheim.

Per le informazioni sui voli:

norwegian.com

vueling.com

Documenti necessari e moneta

Per visitare la Norvegia è sufficiente la carta di identità valida per l’espatrio per i cittadini UE e italiani o il passaporto.

I minori di 15 anni di età devono essere in possesso di un proprio documento di identità o essere iscritti nel passaporto del genitore che li accompagna.

La moneta norvegese è il Krone (NOK) con un cambio 1 a 9 o 10 circa.

1 euro = 9,03 NOK (dati aggiornati ad ottobre 2016)

Molto utilizzata la carta di credito o il bancomat. Praticamente non avrete mai bisogno di prelevare. La stragrande maggioranza degli acquisti può essere effettuata mediante uso di carte.

Non essendo in divisa euro, la vostra banca potrebbe coprirvi commissioni durante il pagamento. Meglio informarsi sulle condizioni presso la propria banca prima di partire!

Rimborso dell’IVA / Tax Free Shopping

In Norvegia l’IVA (VAT) è al 25%. Non molti sanno che lo shopping effettuato potrebbe rivelarsi più conveniente di quanto si immagini.

Nei negozi “tax free shopping” potete richiedere al momento del pagamento il rilascio da parte dell’esercente del modulo per il rimborso dell’IVA.

Il rimborso può essere richiesto negli aeroporti, sui traghetti per destinazioni fuori dalla Norvegia, alla frontiera prima di lasciare il Paese ed entro 30 giorni dall’acquisto del prodotto.

I documenti da presentare sono lo scontrino in cui è riportato l’importo del VAT e il modulo compilato dall’esercente.

Quando si può richiedere il rimborso dell’IVA

Il rimborso può essere richiesto per acquisti di prodotti regolari di importo minimo di NOK 315 e di 290 NOK sui prodotti alimentari.

Compagnie che offrono il rimborso IVA

I negozi affiliati dovrebbero esporre all’ingresso uno di questi loghi

Global Blue Norway - Tax-free shopping

Tax Free Worldwide - Norway AS

Come muoversi …

…in Auto

Le possibilità sono diverse a seconda della distanza da percorrere e i luoghi da raggiungere.

Sicuramente il mezzo più comodo per poter girare in lungo e in largo la Norvegia è l’auto.

Limiti di velocità e pedaggi autostradali

Il limite di velocità in Norvegia è di 80 kilometri all’ora, tranne che nei centri abitati dove scende a 50 kilometri all’ora, se non diversamente indicato. Può essere di 30 kilometri all’ora nelle zone residenziali oppure di 110 kilometri all’ora su alcune superstrade e autostrade.

La concezione di spazio in Norvegia è un po’ diversa rispetto al resto d’Europa, per raggiungere luoghi anche non eccessivamente distanti, può richiedere più tempo di quello che prevedete. Le strade sono strette e piene di curve. Il motto la vita va respirata lentamente, imparate a fare tutto più lentamente e soprattutto godere dei paesaggi che scorrono lenti fuori dal finestrino.

Il motto la vita va respirata lentamente, imparate a fare tutto più lentamente e soprattutto godere dei paesaggi che scorrono lenti fuori dal finestrino.

Anche le autostrade non sono enormi e molto difficilmente le potrete distinguere dalle altre strade.

norvegia-autunno-alle-porte

Al momento del noleggio, ricordatevi di verificare che l’auto sia dotato di Autopass per il pagamento dei pedaggi autostradali.

La Norvegia ha un sistema autostradale altamente automatizzato. Non sono presenti caselli autostradali come da noi.

I pedaggi si pagano direttamente con l’Autopass, l’alter ego del nostro Telepass.

Ricordatevi, quindi, di registrare la carta di credito per poter effettuare i pagamenti dei pedaggi autostradali al momento di noleggiare l’auto!!!

Per altre informazioni visitate il sito Autopass.

Strade turistiche

In Norvegia sono presenti 18 strade di interesse turistico che permettono di scoprire alcuni dei paesaggi naturali di rara bellezza, oltre monumenti e altri siti di interesse culturale.

Potete unire attività di hiking, kayak, un giro lungo i fiordi con uno o più percorsi lungo le strade turistiche durante i vostri spostamenti.

Tra queste la più affascinante e conosciuta è certamente la Atlanterhavsvegen, ovvero la strada atlantica. Riconosciuta come una delle strade più belle al mondo.

Strada atlantica

La strada atlantica o meglio la strada 64 inizia nei pressi di Krisitansund per arrivare fino a Molde, ai limiti della costa norvegese per un percorso totale di 36 km.

La strada fu costruita su diversi isolotti e scogli, che sono collegati da diverse strade rialzate, viadotti e otto ponti, il più importante dei quali è il ponte di Storseisundet.

norvegia-strada-atlantica
Credit: nasjonaleturistveger.no

Molte sono le deviazioni che possono essere fatte lungo il percorso e molte sono le volte che vi fermerete per poter ammirare il paesaggio.

Le principali attrazioni lungo la strada atlantica sono:

– Storseisundbrua, il ponte di Storseisund è il simbolo della strada atlantica e si trova tra Eide e l’isola di Averøy.

– Myrbærholmbrua, da qui potrebbe scappare qualche scatto ai pescatori lungo le passerelle costruite sui due lati ponte Myrbærholm.

– Kjeksa, punto panoramico nei pressi del villaggio di pescatori Bud.

– Geitøya, da qui c’è un sentiero che porta in cima alla collina che permette una vista sull’arcipelago.

– l’isola di Eldhusøya, qui è presente un percorso a piedi adatto a tutti su una passerella metallica.

– Askevågen, fermatevi e salite sulla piattaforma con le protezioni in vetro ed entrate in contatto con l’oceano.

– Hågå, dove sono presenti delle sculture dalla forma di colonne greche, opera artistica di Jan Freuchen chiamata Columna Transatlantica.

Strade turistiche

Le strade turistiche sono presenti da Nord a Sud e sono:

– Strada Turistica Nazionale di Varanger – 160 km;

– Strada Turistica Nazionale di Rondane – 75 km;

– Strada Turistica Nazionale di Havøysund – 67 km;

– Strada Turistica Nazionale Sognefjellet – 108 km;

– Strada Turistica Nazionale di Senja – 102 km;

– Strada Turistica Nazionale di Valdresflye – 49 km;

– Strada Turistica Nazionale di Andøya – 58 km;

 – Strada Turistica Nazionale di Gaularfjellet – 114 km;

– Strada Turistica Nazionale delle Lofoten – 230 km;

– Strada Turistica Nazionale di Aurlandsfjellet – 47 km;

– Strada Turistica Nazionale di Helgelandskysten – 433 km;

– Strada Turistica Nazionale di Hardanger – 158 km;

– Strada Turistica Nazionale dell’Hardangervidda – 67km;

– Strada Turistica Nazionale Geiranger – Trollstigen – 104 km;

– Strada Turistica Nazionale di Ryfylke – 183 km;

– Strada Turistica Nazionale Gamle Strynefjellsvegen – 27 km;

– Strada Turistica Nazionale di Jæren – 41 km.

Alcune delle strade turistiche non è possibile percorrerle durante l’inverno. E’ bene informarsi prima per non rischiare a cambiamenti all’ultimo minuto sull’itinerario.

La strada atlantica come le altre strade turistiche sono riconoscibili dal logo presente sui cartelli stradali.

Logo - National Tourist Routes in Norway

Per informazioni sulle strade turistiche vi lascio una mappa con i percorsi delle strade principali, per tutte le informazioni visitate il sito Nasjonale turistveger.

 …in Traghetto

Si può combinare gli spostamenti in auto o altri mezzi con spostamenti in traghetto, altro mezzo molto utilizzato in Norvegia.

Sono diverse le compagnie presenti, a seconda della regione. Di seguito alcuni link utili (fonte: www.visitnorway.it):

  • Fjord1 (opera nella Norvegia dei fiordi)
  • Tide (opera nella Norvegia dei fiordi)
  • Fjordline (opera nella Norvegia dei fiordi)
  • Kolumbus (trasporto pubblico di Rogaland e Norvegia dei fiordi)
  • Rødne (opera a Ryfylke, Stavanger e nella Norvegia dei fiordi)
  • Senja (opera in Troms, Vesterålen e nella Norvegia settentrionale)
  • Bjørklid Ferjerederi (opera a Lyngen e nella Norvegia settentrionale)
  • Bastø Fosen (opera tra Moss e Horten)

Altro sito utile per viaggi lungo i fiordi è Hurtigruten, che organizza crociere lungo i fiordi. I prezzi non sono per nulla economici.

…in Treno

In Norvegia è presente anche un efficiente linea ferroviaria che collega le città più grandi.

Sinceramente preferisco gli spostamenti con i voli interni, auto e traghetto, ma questa è un’opinione personale.

I treni non sono molto frequenti, soprattutto, da e verso le città minori e anche il prezzo del biglietto non è proprio economico.

Le ferrovie norvegesi sono gestite dalla NSB, sul sito troverete tutte le informazioni sulle destinazioni, orari e la possibilità di comprare il biglietto on-line.

nsb_detaljkarten_001
Mappa delle stazioni norvegesi. Credit – www.nsb.no

4 stagioni in Norvegia

Una domanda che mi sono posta è: ” quando andare in Norvegia?”.

Primavera – Estate

Il periodo ottimale è da maggio a fine settembre, in cui si ha la possibilità di poter visitare senza troppi inconvenienti la Norvegia.

In questo periodo la maggioranza delle strade è percorribile, è possibile fare hiking senza troppi problemi, le temperature sono miti e le attrazioni turistiche sono tutte aperte.

In questo periodo, per chi si avvicina alle zone più al nord è possibile ammirare il fenomeno del sole di mezzanotte, periodo dell’anno in cui la luce del sole unisce il giorno e la notte, regalando i toni caldi del giallo e del rosso.

Dove poter vedere il sole di mezzanotte? Il sole non tramonta mai al di sopra del Circolo Polare Artico.

Quando è presente questo fenomeno? Da maggio fino al 29 luglio.

Da considerare che molte attrazioni turistiche, come visite a ghiacciai o a grotte o tour lungo i fiordi chiudono o terminano l’ultima settimana di agosto, se il tempo è clemente.

Altrimenti possono chiudere anticipatamente oppure protrarsi anche la prima settimana di settembre, ma a questo punto, il rischio di trovare chiuso è molto alto.

Autunno

MA, la Norvegia è fantastica anche in autunno, quando i paesaggi si colorano di giallo, rosso e marrone e i colori si riflettono nell’acqua dei laghi o dei fiordi.

Io che ho potuto vedere i colori cambiare giorno dopo giorno, non posso che dirvi che è veramente straordinario questo periodo dell’anno.

norvegia-calma-apparente-3

norvegia-fiume

Chiaramente, bisogna fare qualche ritocco al percorso in programma e rinunciare alle attrazioni turistiche minori e puntare a quelle principali in cui il turismo è ancora attivo e di conseguenza le strutture ricettive e turistiche sono aperte.

Inverno

La Norvegia è suggestiva anche di inverno…lo spettacolo più affascinante è senza dubbio l’Aurora Boreale, periodo in cui il fenomeno è più forte e frequente….ovvero la possibilità di assistere alla sua danza è probabilissima.

Ma vorrei sfatare questo mito…perché io ho avuto la grandissima fortuna di vederla anche ad agosto e settembre. Si, è vero, per chi ha solo una settimana di tempo per vedere la Norvegia, potrebbe non essere così fortunato di capitare proprio nel periodo giusto.

Quindi se il vostro obiettivo è quello di vedere l’Aurora Boreale…consiglio di programmare il viaggio in inverno.

norvegia-northern-lights-8

norvegia-northern-lights-3

Diverse sono le agenzie o tour operator che organizzano tour alla caccia dell’aurora boreale. In questi pacchetti è incluso l’alloggio, gli spostamenti e molto altro.

Ma ho potuto notare che i prezzi sono belli altini. Non mi sento di sconsigliarli, rimangono comunque un’esperienza indimenticabile.

Ma da considerare che non sono l’unica opportunità per poter vedere l’Aurora Boreale.

Una volta arrivati in Norvegia, tenete sotto controllo le previsioni aurora per la notte.

Io mi sono affidata a Aurora Forecast e al primo tentativo…sono riuscita a vederla.

Dove dormire

Le possibilità sono molteplici, dal classico hotel a luoghi caratteristici, come le case dei pescatori o cottage.

Oppure nei campeggi o negli ostelli o nelle fattorie o addirittura in un faro.

Qui potete trovare informazioni sui campeggi in Norvegia.

Se è primavera, estate o per i più audaci anche in autunno, potreste optare per dormire in tenda.

Da sapere che in Norvegia c’è il “diritto di accesso” (allemannsretten) per legge, ovvero una legge che permette a tutti di vivere la natura appieno.

L’unica regola è “Sii attento e premuroso. Non fare danni permanenti, e lascia il paesaggio come lo vorresti trovare”.

Potete montare una tenda, o dormire sotto le stelle, per la notte ovunque nelle campagne, foreste o montagne, ad eccezione dei terreni coltivati. Tuttavia, è necessario mantenere almeno 150 metri di distanza dall’abitazione più vicina.

Da sapere prima di partire

La Norvegia è uno dei paesi più ricchi d’Europa con un alto tenore di vita, secondo un rapporto dell’Economist.

Ciò vuol dire che per noi, poveri europei, la Norvegia risulterà un bel po’ costosa. A volte i prezzi sembreranno “fantascientifici” per non dire altro.

Mangiare “fuori” non è per niente economico, un piatto si aggira tra i 200 e i 350 NOK, ovvero 22,00 e 38,00 euro e sto parlando di piatti normali e non di ostriche e champagne.

norvegia-salmone-e-contorno

Un consiglio? Ok, non rinunciate a cenare fuori, ma a pranzo potete fare un po’ di economia…comprando al supermercato.

Di ritorno tardi dall’escursione giornaliera? Nessun problema, i negozi e i supermercati in Norvegia chiudono abbastanza tardi. Normalmente l’orario di chiusura è alle 22.00 (per i supermercati grandi).

norvegia-orari-dei-negozi

Praticamente ovunque troverete gli orari fuori dall’edifcio in caratteri molto grandi e in genere pongono gli orari dal lunedì al venerdì (8-22) e quello del sabato tra ().

La domenica i negozi e i supermercati sono chiusi, fatta eccezione per alcuni…ma è molto più raro.

Il costo del carburante è molto simile a quello presente in Italia, non noteremo la differenza.

Mi sono dimenticata qualcosa? O se vuoi aggiungere qualcosa o chiedermi qualcosa, sono qui pronta ad ascoltarti. Mi piace scambiare opinioni e fare due chiacchiere.

8 thoughts on “Consigli utili per il tuo viaggio in Norvegia”

    1. Ciao Lucrezia,
      davanti all’aurora il cuore mi batteva all’impazzata e sembravo una bambina a Disneyworld!!!! Trovarmi davanti a questo incredibile fenomeno naturale è stata una delle cose più belle della mia vita. Nel silenzio e nel buio della notte, vedere questa danza nel cielo che prendeva vita e che non so se per immaginazione o per altro sembrava che potessi sentirne il fruscio nel cielo. E poi realizzare che era tutto vero, guardandone il suo riflesso nell’acqua. Veramente un qualcosa da realizzare almeno una volta nella vita.
      Un bacio grande
      Melina

  1. Non sapevo fossi stata così tanto a lungo in Norvegia! *.* che bellezza e hai fornito un sacco di informazioni utili 🙂 ma hai lavorato in questo mese oppure hai fatto poprio un mese di vacanza? Non vedo l’ora di leggere il tuo itinerario e altri post! 😉

    1. Ciao Flavia.
      Ho avuto la possibilità di stare 2 mesi in Norvegia e mi sento ancora più fortunata perché ho passato molto tempo in compagnia dei norvegesi. In realtà ero lì per lavoro, ma questo mi ha dato la possibilità di vivere il Paese a 360° e di innamorarmene profondamente.
      Grazie per essere passata a farmi visita.
      Un bacio e a presto con i luoghi visitati!

  2. Una notte di dicembre, una corsa con i cani da slitta in un bosco innevato dalle parti di Lyngseidet, un cielo senza luna pieno di stelle cadenti, e poi l’aurora, esplosa all’improvviso… il momento perfetto della mia vita, da restare senza fiato. Ho già un piede sull’aereo che mi riporterà lassù 🙂

Ora è il tuo turno. Sono curiosa di sapere cosa ne pensi!