Il Monasterio de Piedra è uno splendido esempio di architettura gotica cistercense, caratterizzata da linee sobrie, austere, semplici e luminose.

Ma oltre alla sua architettura, il Monasterio de Piedra mi ha sorpreso per la sua atmosfera che riesce ad infondere un senso di tranquillità e pace con se stessi.

Avevo bisogno di una mini-vacanza dopo essere stata in Norvegia per ben (o solo) due mesi, dove ho lasciato una parte del mio cuore.

Ma ora che sono tornata a casa, il mio pensiero e attenzione sono tornati alla mia amata Spagna.

La voglia di conoscere meglio questo Paese è sempre grandissimo, ogni volta mi ritrovo a delle inaspettate e piacevoli sorprese e scoperte.

Ultimamente sono stata molto attratta da due regioni in particolare, la Galicia e l’Aragona.

Alla fine con soli tre giorni a disposizione, ho deciso di visitare la regione Aragona.

Considerando che avevo già avuto un assaggio della sua bellezza, quando visitai Teruel, la storia dei suoi amanti e Albarracin.

Nel disegnare le tappe di questo piccolo viaggio ho voluto unire diversi interessi: natura, architettura, storia e naturalmente luoghi incantevoli.

Nella pianificazione mi sono fatta aiutare dall’Ufficio del Turismo Spagnolo che mi ha dato tanti consigli utili sulle destinazioni.

Ma veniamo all’itinerario finale del mio roadtrip:

1° giorno – Monasterio de Piedra (Nuévalos) e Calatayud

2° giorno – Saragozza

3° giorno – Monasterio de Veruela (Vera de Moncayo) e Tarazona

Non ho voluto inserire troppe tappe, in modo da poter visitare con calma ognuna di essa.

Il protagonista del primo giorno e di questo primo articolo è il Monasterio de Piedra a Nuevalos e il suo parco naturale.

Per poi continuare a parlarvi di Calatayud e del suo grande patrimonio mudejar, dichiarato patrimonio UNESCO.

A circa 100 km da Saragozza ho trovato questo angolo di paradiso, il Monasterio de Piedra, circondato dalla natura rigogliosa del suo parco.

Qui il suono predominante, che rompe armoniosamente il silenzio è quello dello scorrere delle acque delle diverse cascate presenti che vanno a formare il fiume Piedra.

Monasterio de Piedra

Ma partiamo in ordine, la visita al Monasterio.

Varcata la soglia del monastero, immediata la sensazione di aver lasciato fuori la porta la pesantezza del tran tran quotidiano.

Monasterio de piedra - porta

Il monastero risale al 1200 ed è opera di monaci cistercensi e del prezioso aiuto di Alfonso II de Aragón.

Il cuore del monastero è il chiostro ed intorno ad esso si trovano le varie stanze come la sala capitolare, il refettorio, il lavatoio, le antiche cantine.

Gli archi e le volte sembrano proteggere come sotto un mantello le persone che passeggiano sotto di essi.

La luce penetra lateralmente in piccoli raggi, illuminando le grandi pietre del monastero.

Alla vista non sembrano fredde, timorose e austere, ma riescono a trasmettere una sensazione di tranquillità.

E’ veramente un luogo dove sentirsi in pace con se stessi.

Monasterio de piedra -claustro-1

aragona-monastero-di-pietra-dettaglio-volta

Monasterio de piedra -aragona-altarino

Dal chiostro si accede ai resti della chiesa di Santa Maria dove venivano celebrati i riti importanti.

Della chiesa non rimangono che le mura esterne che si ergono verso l’alto. E’ una chiesa, ora, a cielo aperto, in cui aleggia un’aria mistica.

Monasterio de Piedra -aragona-chiesa-abbazia

Monasterio de Piedra - Chiesa

All’interno del monastero, si può visitare anche il suo museo del vino…eh, si ai monaci piaceva tanto deliziarsi con piccoli peccati di gola. Come anche il cioccolato!

Infatti, il primo cioccolato in Europa, fu preparato proprio qui, nel monasterio de Piedra, intorno al 1500.

Non sono un po’ bricconcelli questi monaci?

monasterio-de-piedra-aragona-museo-vino

Intorno, al museo è presente anche un “rifugio” di rapaci presenti sul territorio spagnolo sia provenienti da altri Paesi.

Ogni giorno, sono presenti diverse esibizioni di volo dei rapaci, in cui viene spiegato anche le loro tecniche di volo e comportamento.

Monasterio de Piedra - Aragona - Rapaci

E’ stato molto interessante poter vedere da vicino questi animali così regali librarsi in volo sopra la testa.

Le esibizioni sono gratuite e sono effettuate tutti i giorni (da metà marzo al 31 ottobre) alle ore 11.30, 13.00 e 16.30.

Parco Naturale del Monasterio de Piedra

Il parco naturale è semplicemente straordinario.

Abituata a vedere ambienti piuttosto aridi qui in Spagna, il parco, al contrario, è un trionfo di ricchezza vegetativa e soprattutto di acqua.

In ogni angolo, sono presenti cascate e ruscelli.

Il suono dell’acqua accompagna, come una colonna sonora, i visitatori lungo i percorsi e alle piccole oasi paradisiache e alle grotte naturali.

Aver scelto di visitare il parco in autunno, quando la vegetazione si colora dei toni caldi di questa stagione, che dire, è stata un’ottima scelta.

monasterio-de-piedra-aragona-cascada-2

monasterio-de-piedra-aragona-cascada-la-caprichosa-2

monasterio-de-piedra-aragona-cascada-la-caprichosa

monasterio-de-piedra-aragona-cascate-3

Monasterio de Piedra - parco naturale

 

 

Monasterio de Piedra - autunno nel parco

Monasterio de Piedra - Aragona - riflessi del parco

monasterio-de-piedra-aragona-puente

monasterio-de-piedra-aragona-gruta-del-artista

Ogni passo ha portato ad un crescendo di emozioni, fino ad arrivare alla cascata più grande del parco e al percorso all’interno della montagna, proprio alle spalle della cascata.

E’ stato incredibile.

Consiglio: per questa giornata dimenticate di mettervi scarpe per fare i “fighi”!!! Stra-consigliato le scarpe da trekking…per evitare di tornare a casa con i piedi bagnati!

Se poi avete con voi anche l’impermeabile perfetto, per il tratto all’interno della montagna.

Monasterio de Piedra - Aragona - interno montagna

monasterio-de-piedra-aragona-gola

Non pensate che le meraviglie del parco siano finite qui!

Dopo la cascata si arriva al Lago dello Specchio e quando si è aperto davanti alla mia vista ho capito il motivo. Non sembra vero, sembra essere stato dipinto lì.

monasterio-de-piedra-aragona-lago-dello-specchio-1

monasterio-de-piedra-aragona-post-card

monastero-di-piedra-aragona-lago-dello-specchio-2

monasterio-de-piedra-aragona-lago-dello-specchio-4

Se il Monastero de Piedra e il suo parco vi sono piaciuti, vi lascio qualche informazione utile per organizzare la vostra esperienza qui.

Prezzo del biglietto per visitare sia il monastero che il parco è di 15,50 euro.

C’è anche la possibilità di dormire nell’hotel-SPA del Monastero, sul sito ufficiale troverete le informazioni.

10 thoughts on “Monasterio de piedra, da non perdere nei dintorni di Saragozza”

  1. Non conoscevo nessuna delle località di cui parli… meraviglioso il Lago dello Specchio, colori da lasciare senza fiato! Da mettere assolutamente nella wishlist di viaggio 🙂

  2. Ah però, erano dei buongustai questi monaci 😉
    Bellissima la chiesa a cielo aperto, con l’erba che cresce tra le navate. Ma soprattutto il parco, davvero spettacolare. Nemmeno io avevo mai sentito parlare di questi posti, quindi grazie per avermeli fatti conoscere!

  3. Vorrei andarci solo per scattare le stesse foto che hai fatto tu!
    Adoro i rapaci sono di una bellezza superba! Una volta ho svezzato e accudito un allocco (un rapace notturno). Quando ha completato il piumaggio (era stupendo!!!) lo abbiamo liberato nella vicina oasi WWf e mi è sembrato di spiccare il volo con lui! 😉
    Comodo per i monaci confessarsi e assolversi a vicenda per i peccati di gola! 😀 😀
    Ciao Mel!

    1. Ciao Veronica, grazie a te per essere passata a visitare il blog.
      Mi fa molto piacere che ti sia piaciuto il monasterio de piedra e che sia riuscita a trasmetterti emozioni.
      A presto. Un abbraccio.
      Melina

Ora è il tuo turno. Sono curiosa di sapere cosa ne pensi!